Motori

Mercedes, per la Classe E il debutto a Detroit

VIDEO

AUTO Tagliato il traguardo della decima generazione e dopo oltre 13 milioni di unità vendute, la Classe E debutta al Salone di Detroit non ereditando più come in passato soltanto le innovazioni introdotte dall'ammiraglia di famiglia, la S. Tanto che più degli aspetti formali, delle motorizzazioni e dell'arricchimento delle dotazioni rispetto alla serie attuale, la nuova E si propone come la tecnologica di sempre. Merito del Drive Pilot che rappresenta un ulteriore passo avanti verso la guida autonoma.

Stilisticamente, inoltre, la nuova E somiglia sia alla Classe S, ma anche alla C grazie da una personalità inedita e d'impronta più dinamica. Lunga 4,93 m e con un passo più ampio di 6,5 cm, ha un abitacolo più ampio e attrezzato sulla falsariga di quello dei più recenti modelli Mercedes oltre che declinato in tre diversi stili: Classic, Sport e Progressive. La nuova E sarà in vendita entro l'estate, inizialmente nelle versioni 200, col motore di 2 litri turbo a iniezione diretta di benzina da 184 CV e 220d con un turbodiesel di nuova generazione di 2 litri da 194 CV, entrambe con il cambio automatico a 9 marce. La gamma sarà poi ampliata da altre versioni benzina e turbodiesel, oltre che dalla 350 ibrida plug-in e dalle varianti a trazione integrale 4Matic mentre in autunno, al Salone di Parigi, alla berlina verrà affiancherà la station wagon. Accanto alla nuova Classe E, Mercedes fa debuttare a Detroit la SLC, una roadster compatta erede della SLK, rinominata seconda la diversa procedura avviata da Mercedes che tende a raggruppare tutti le vetture in grandi "famiglie" con basi comuni, ma anche stile personalizzato e tipologia di destinatari fortemente focalizzata. La nuova SLC avrà, non a caso, molto in comune con la Classe C e proporrà un’ampia gamma di motori, fra cui l’inedita “entry level” 180 da 156 CV con un’accelerazione da 0 a 100 in 7,9 secondi, con una velocità massima dichiarata di 226 kmh.

Per chi non si accontenta e punta al massimo c’è anche la versione AMG SLC 43 dotata di un biturbo di 3000 cc 6 cilindri a V abbinato al cambio sportivo 9G-TRONIC da ben 367 CV che permettono alla vettura di “sprintare” da 0 a 100 in 4,7 secondi con una velocità massima di 250 kmh. Infine, terza novità mondiale per Mercedes è la AMG S 65 Cabrio, un missile dall’aria solo apparentemente “tranquilla” da guidare in maniera compassata con la capote abbassata ma pronta a regalare forti emozioni forti grazie al V12 biturbo da 6 litri, con coppia massima di 1000 Nm e una potenza di 630 CV, pronta ad accelerazione da 0 a 100 in 4,1 secondi per una velocità massima, limitata elettronicamente di 250 kmh.

CORRADO CANALI

 

Articoli Correlati
Motori