Meteo
 


Mobilità

La linea U pronta a sbarcare in altre città

Mobilità sostenibile

ROMA In due settimane la Linea U di Uber ha già cambiato le abitudini dei romani per quanto riguarda gli spostamenti in città. E la app leader nel settore del trasporto condiviso e pronta a replicare sia nella Capitale sia in altre città. Domani si chiude infatti la sperimentazione del servizio avviato nella Città Eterna in concomitanza co l'apertura del Giubileo.

«Linea U ha funzionato, e bene, in città», ha spiegato Carlo Tursi, general manager di Uber in Italia, che ha aggiunto: «Ora speriamo che venga colto a pieno lo  spirito che ci ha portato a realizzare questa scommessa: servizi migliori per tutti. Linea U è stato un esperimento temporaneo ma la sua riuscita ci spinge a pensare che sarebbero ancora tante le città  che avrebbero bisogno di nuovi modelli di mobilità e che Uber in Italia potrebbe offrire ancora nuove soluzioni».

Linea U è una linea di connessione metropolitana: a Roma ha organizzato 9 fermate per 35 chilometri quadrati di superficie cittadina coperta. Il prezzo è di 5 euro a corsa, non a persona, il che significa che nel caso in cui ci siano più passeggeri un singolo viaggio costa meno di un biglietto dell'Atac.

Nel primo giorno di servizio la app ha registrato un boom di nuovi iscritti pari al 150%, dopo essere  stata lanciata in rete nei giorni precedenti, e un + 64% come trend costante per le due settimane di attività. Chi ha provato Linea U, in media l’ha scelta almeno 2 volte per muoversi in città. E lo standard del servizio è stato riconosciuto dagli utenti: 4,8 su 5 il punteggio medio dei driver che hanno fatto viaggiare Roma sulla nuova linea. Termini, Piramide e Piazza Mazzini le fermate da cui sono state richieste più corse, Piramide - Piazza Mazzini la tratta più percorsa, a testimoniare la necessità di collegamento nei punti strategici della città.

METRO

Articoli Correlati
Mobilità