Meteo
 


Mobilità

Il car sharing sbarca anche nell’hinterland

Sharing

MILANO Cadono le barriera tra Milano e hinterland e inizia a intravedersi la Città Metropolitana. Il primo effetto è l’allargamento del car sharing che dai prossimi giorni potrà raggiungere 25 comuni della cintura milanese. Le 2 mila auto di Car2go, Enjoy e Twist si divideranno i paesi: Car2go sarà disponibile ad Assago, Pero, San Donato e Sesto San Giovanni; Enjoy sarà a Buccinasco, Corsico, Sesto San Giovanni, Settimo Milanese, Cesano Boscone, San Donato e Rozzano; mentre le auto di Twist, oltre a tutti questi, raggiungeranno: Baranzate, Basiglio, Bollate, Bresso, Cernusco sul Naviglio, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano,  Cornaredo, Cusago, Cusano Milanino, Opera,  Rho, Segrate, Trezzano S.N. e Vimodrone.

Sconti agli operatori

In ciascun comune saranno disponibili una serie di punti di presa e di rilascio delle auto in condivisione. Per i nuovi veicoli che entreranno in servizio è prevista una riduzione del canone annuale (pari a 1.100 euro, il corrispettivo forfetario per utilizzo di suolo comunale, accesso ad Area C e sosta gratuita) del 4% per ogni comune raggiunto, fino a un massimo di 9 municipalità. La tariffa non si applica ai veicoli esclusivamente elettrici.

Parte Sharen’Go

E, a proposito di elettrico, a Milano, dove gli utilizzatori delle auto in condivisione sono ormai circa 300 mila, lunedì parte   Sharen’Go, il primo servizio di car sharing elettrico a tariffa personalizzata che in tre settimane ha superato i 3.500 iscritti. 

Entro luglio sarà completata la prima integrazione del servizio nella Città metropolitana, con la possibilità delle auto attive a Milano di raggiungere lo  Sharen’Go Point di Busto Arsizio.

Inoltre,  Sharen’Go sostituirà EqSharing nella gestione dei quadricicli eletrici, quelli che si ricaricano presso le isole digitali. METRO

Articoli Correlati
Mobilità