Meteo
 


Sport

Orgoglio Italia terza Buffon eroe dei rigori

Ancora i rigori. Dopo la beffa con la Spagna, questa volta gli 11 metri sorridono agli azzurri che battono l’Uruguay dal dischetto e chiudono al 3° posto la Confederations Cup brasiliana. Bella sfida con 4 gol in 90 minuti. L’Italia si porta due volte in vantaggio, prima con Astori (24’) poi con Diamanti (73’), ma poi ci pensa Cavani con la sua doppietta (58’ e 78’) che vale il pareggio. Poi i supplementari che i vice-campioni d’Europa, già stremati, giocano in 10 negli ultimi minuti per l’espulsione di Montolivo. Infine i rigori: Buffon ne para 3 e l’errore di De Sciglio non influisce, vince l'Italia che si mette al collo la medaglia di bronzo e chiude con un bilancio positivo il torneo. Si era cominciato con Prandelli che doveva fare i conti con una squadra stanca e tante defezioni. Il ct fa di necessità virtù e schiera un 4-3-3 con Buffon, Maggio e De Sciglio terzini, Chiellini e Astori in mezzo a centrocampo, De Rossi in regia con Montolivo e Candreva interni, Diamanti ed El Shaarawy esterni e Gilardino punta. Tabarez schiera il miglior Uruguay, vuole il terzo posto e si affida al tridente Suarez-Cavani-Forlan. Match  avvincente, senza tatticismi. Ne esce una partita bella, avvincente ma non basta.  Sembra una maledizione ma  Buffon para  subito il primo di Forlan, Aquilani segna, Cavani non sbaglia, El Shaarawy neanche, Suarez gol, Muslera dice no a De Sciglio, Buffon a Caceres, segna Giaccherini, poi ancora super Buffon, blocca il rigore di Gargano e regala il bronzo agli azzurri.
(metro)

Sport