Meteo
 


Sport

La Roma ha il suo timoniere Pallotta sceglie Rudi Garcia

Rudi Garcia è il nuovo allenatore della Roma. Il tecnico, anni 49, già sulla panca di Saint Etienne e Lilla, ha messo nero su bianco su un biennale da 1,5 milioni a stagione e rappresenta, dopo due tsunami tecnici e gestionali, la terza scommessa di fila della gestione Usa. Ma a differenza di Luis Enrique e Zeman, la decisione stavolta finirà dritta sul curriculum del presidente Pallotta. «Siamo felici di Garcia  - ha detto ieri nella conferenza newyorkese - ed è la prima volta che partecipo alla scelta dell’allenatore. Lui è un vincente che spero passi molti anni con noi». Un deja-vu che riporta alle parole regalate (da altri) a Luis Enrique due anni fa e a Zeman lo scorso anno. Con i risultati che sappiamo. Oggi tocca a Garcia, scudetto col Lille nel 2011, carriera blindata nei confini francesi, sconosciuto ai più fino ai baci e abbracci spediti a Trigoria da Allegri giorni fa. Un anno difficile alle spalle, innamorato del 4-3-3, Garcia non è il grande nome sognato dai tifosi. Ma ha un compito da far tremare i polsi: riavvicinare alla squadra, attraverso i risultati, una piazza che se non schiuma rabbia regala indifferenza. Il tecnico, più o meno, sa cosa lo aspetta. Ma per ora si appoggia a parole di circostanza: «Sono onorato di arrivare alla Roma - ha detto - la squadra deve ritrovare l’Europa con un calcio offensivo e un’ottima base difensiva. Conosco la realtà tecnica della Roma, ma ora devo conoscere di persona i giocatori. Il mercato? Con Sabatini ci sarà da lavorare». Il primo annuncio sarà Benatia, il secondo, forse, Nainggolan.
(f.d.n.)

Sport