Meteo
 


Sport

La Sampdoria si salva Il Genoa e il Toro sperano

Calcio. Le partite con la Lazio all’Olimpico e con la Juventus al “Ferraris”, a questo punto, saranno solo salutari passeggiate: perché da ieri sera il Doria è aritmeticamente salvo. Merito dell’1-1 casalingo di ieri sera col Catania, certo, ma soprattutto della vittoria per 3-2 con cui l’Udinese ha espugnato il campo di un grintoso Palermo. Un raggio di luce, certo, in una notte nerissima: la prima dopo la tragedia immane avvenuta nel porto. Tutti rispondono con sincero dolore: i tifosi espongono striscioni eloquenti per urlare il loro cordoglio, i giocatori mettono la fascia nera al braccio (come il Genoa a Torino, del resto); e la società, prima della gara, ha fatto sapere che l’incasso del “Ferraris” sarà devoluto alle vittime della tragedia del porto. La partita? Un primo tempo abbastanza mogio.. Al 36’ la prima svolta: cross da sinistra di Renan, De Silvestri incorna l’1-0. Per l’ex giocatore di Lazio e Fiorentina è il 3° gol in carriera, il 1° in A quest’anno. Un gol pesante. Nella ripresa più emozioni: tra cui il pari catanese di Spolli al 23’ e il palo doriano di Sansone. (Metro)
Torino e Genoa non si fanno maleCalcio. Torino e Genoa si dividono la posta (0-0 il finale, unica gara senza reti) senza farsi del male e cominciano a respirare più da vicino l’aria della salvezza. Al fischio d’inizio, il Toro si presenta coperto, Ventura non si fida: 5-3-2 con Cerci a supporto di Bianchi in avanti. Vives e Basha a centrocampo. Nel Genoa c’è Cassani al posto di Granqvist. La prima parte della gara se ne va senza troppi scossoni. Qualche azione di disturbo da entrambi gli schieramenti, ma nulla più. Con un orecchio teso a sentire quello che accade a Palermo, sembra che il pareggio vada bene a tutte e due le squadre. Quindi, meglio non rischiare più di tanto. Visto anche che il gemellaggio fra le due tifoserie regge ancora. Nella ripresa Ventura cambia l’attacco. Via Bianchi e Cerci, dentro Barreto e Meggiorini, mentre nel Genoa Granqvist prende il posto di Cassani e Tozser quello di Kucka. Ma il ritmo blando non cambia. Fino al termine dell'incontro. Con la sconfitta del Palermo, la salvezza per entrambe, è ora più vicina. Il Toro domenica sarà a Verona contro il Chievo, mentre il Genoa, a Marassi, se la vedrà con l'Inter.
(Francesco Nuccioni)

Sport
Benedetta Pilato, a destra, e Martina Carraro (www.federnuoto.it)