Meteo
 


Sport

La Juventus piega il Milan 1 0 Ora punta il derby e lo scudetto

Calcio. Una brutta partita. Alla fine, però, vince la Juventus: rigore trasformato da Vidal, arrivato al tredicesimo gol stagionale, e Milan battuto. Domenica prossima i bianconeri potrebbero già festeggiare lo scudetto: succederà se la squadra di Conte sarà capace di battere il Toro – in un derby che si prefigura a tinte forti - e il Napoli non vincerà a Pescara. Per il Milan si complica invece la conferma del terzo posto che significherà accesso ai preliminari Champions: la Fiorentina si è portata a un solo punto di distanza e c’è insomma da aspettarsi lotta dura fino all’ultima giornata.
Di sicuro, allo Stadium si è visto di meglio: errori a chili da una parte e dall’altra, appoggi sbagliati che nemmeno in serie B, grande agonismo e poco altro. Meglio a tratti il Milan, con Montolivo deputato a rompere le scatole a Pirlo: Buffon però dormiva sonni tranquilli per quasi tutto il primo tempo così come Amelia, subentrato ad Abbiati (infortunato) dopo che quest’ultimo aveva detto no a una punizione di Pirlo deviata da Ambrosini. Poi, nella ripresa, l’episodio decisivo: lancio sbagliato di Pirlo per Asamoah, chiusura errata di Abate e altro svarione (decisivo) di Amelia che travolgeva il ghanese. In un match insufficiente per entrambe le squadre, era quasi logico che a decidere fossero episodi negativi: Vidal non si faceva comunque pregare e, dopo la doppietta all’Olimpico romano, segnava il suo terzo gol in sette giorni. A questo punto della stagione, conta solo la sostanza: la Juve ha confermato di saperla trovare in qualche modo, il Milan no. E la Fiorentina ringrazia.
(Domenico Latagliata)

Sport
Benedetta Pilato, a destra, e Martina Carraro (www.federnuoto.it)