Meteo
 


Fatti&Storie

La febbre del clima riscalda la Terra

Mi consenta a... Luca Mercalli, meteorologo e climatologo, è noto per le sue riflessioni in tv a “Che tempo che fa”. I giornali rilanciano il “mistero” della Terra che non si surriscalda più: temperatura stabile dal 1998.
Sono le solite banalità di chi vuole continuare a trovare alibi per non intervenire contro l’inquinamento: tutte le evidenze confermano il riscaldamento globale.
Ma la “febbre” non è rimasta costante?
Se un paziente con una malattia cronica resta fisso con la febbre a 38, anche se non sale a 42 non vuol dire che sia guarito e si possano sospendere le cure.
Non c’è però un riscaldamento “lineare”...
Il clima non è un orologio, ma un sistema fluttuante con dinamiche interne che, soprattutto su scala temporale ridotta, provocano anche andamenti a forma di “denti di sega”. Ma c’è un dato inequivocabile.
Quale sarebbe?
Il decennio che stiamo vivendo è il più caldo nella storia del pianeta degli ultimi 5.000 anni. È da un ventennio che le temperature sono fuori norma. I modelli climatici non sono fantasie, quelli sugli effetti dell’anidride carbonica sono basati su dati fisici con effetti certi.
C’è chi parla di “compensazioni” del caldo...
Le ricerche confermano che gli oceani stanno immagazzinando calore; inoltre l’emissione di polveri, opacizzando l’aria, ha effetto raffreddante.
 
(Lorenzo Grassi)

Fatti&Storie
Bonus partite Iva