Meteo
 


Sport

Handbike domenica comincia il Giro d Italia

Ciclismo. E con questo fanno quattro: ossia, 4° Giro d’Italia per l’Handbike (www.girohandbike.it). Si parte domenica a Roma, con la maratona e l’incognita dell’intronizzazione papale. Ultima tappa a Firenze, con i Campionati del Mondo di ciclismo, il 29 settembre. In mezzo, Cuneo, Pavia, Bergamo, Somma Lombardo, San Marino, Chiavari e S. Martino di Lupari, «prevediamo tra i 60 e i 120 iscritti a tappa», dice il dt Andrea Leoni. Che aggiunge: «Ogni bici può costare 5 mila euro. Gli invalidi Inail se la fanno finanziare, ma gli altri...». La fatica finanziaria è costante: la specialità degli ori di Alex Zanardi a Londra 2012 deve pedalare: la crono non è ancora fissata. Troppo modesta la presidente  Maura Macchi: «Stiamo facendo poco, speriamo di fare molto di più». Aiutano i social sponsor Aism (sclerosi multipla) e Telethon, il main sponsor Gruppo Iseni di Fabrizio Iseni, console della Costa d’Avorio, e poi Toshiba, 100% Energia rinnovabile...sotto il cappello di Coni, Cip e Federciclismo. Domenica ci sarà Zanardi, dicono gli organizzatori. E campioni come la comasca Roberta Amadeo, ex judoka colpita dalla sclerosi; o il “deb” Giuseppe Galliano, milanese 41 anni, in carrozzina per un trauma: «Farò più tappe che posso».
Sergio Rizzatwitter: @sergiorizza

Sport