Meteo
 


Sport

L Inter a Catania va sotto e risorge Doppietta magica di Palacio

Calcio. Pazza Inter. Va sotto di 2 reti in 20' a Catania nel primo tempo. Torna in campo e nella ripresa ne rifila 3 (immenso Palacio) agli etnei in 47', vince, aggancia la Lazio e si tiene a meno uno dal Milan. Cioè dal terzo posto. Era dal 3 novembre che l'Inter non vinceva in trasferta. Clamoroso al Cibali, è il caso di dire.  «Siamo partiti malissimo - dice a gara conclusa Stramaccioni, tecnico nerazzurro - l'ambiente caldo ha caricato il Catania, che ha cominciato forte. Abbiamo commesso due errori difensivi in entrambi i gol presi. Nella ripresa la vera Inter».  A Catania, Stramaccioni presenta una squadra inedita. Non c'è Cassano, non convocato per il diverbio avuto con il tecnico, e Palacio è in panchina . Davanti  il solo Rocchi, supportato da Alvarez, Schelotto e Guarin. Dietro Chivu e Juan Jesus centrali. Primo tempo un disastro: la velocità e l'aggressività del Catania producono due reti etnee e il nulla dell'Inter. Nella ripresa, Strama manda in campo Palacio e Stankovic per Rocchi e Kuzmanovic, impalpabili. La gara cambia radicalmente. L'ex Boca Juniors manda il tilt la difesa catanese, serve l'assist ad Alvarez per il 2-1 e concretizza con due reti pareggio e sorpasso dell'Inter. Monumentale. E ora avanti con il Tottenham.
(Francesco Nuccioni)

Sport