Meteo
 


Spettacoli

Tra indie e pop ecco i Breton

Musica. Il loro nome ricorda quello di un celebre poeta surrealista francese. Ma i Breton vengono dalla periferia di Londra, dove hanno creato un laboratorio di teste e di stili, iniziando come videomaker e remixando da Tricky a Sinead O'Connor. Dopo alcuni ep, hanno pubblicato l'anno scorso il primo disco, “Other Peoples' Problems”, registrato in Islanda nello studio dei Sigur Ros. Il risultato è un sound eclettico e avvolgente che mescola indie, pop, elettronica, trip hop e altro ancora. Se siete appassionati delle ultime novità dalla scena brit, non perdetevi il loro concerto di domani allo Spazio 211 (ore 21.30, euro 10/12).
Preferite gli italiani? Sta facendo parlare di sé Luca Sapio, che venerdì all'Hiroshima (ore 22, euro 10) darà un saggio della sua arte soul assieme a Capiozzo & Mecco band. Un progetto indigeno, ma dalle ambizioni internazionali, come testimoniano i buoni riscontri per l'album "Who Knows" anche oltre i confini nazionali. Tanto che il primo singolo, "How Did We Lose It", è stato inserito nella playlist del David Letterman Show. Appassionato di soul e blues, Luca ha trascorso gran parte della vita lavorando, cantando e viaggiando attraverso gli Usa, portando con sé il disagio di essere uno straniero in una terra straniera. 
(Diego Perugini)

Spettacoli