Meteo
 


Spettacoli

Francesco Mandelli dagli Idioti alla commedia

Cinema. Disperato tra le donne. E per la prima volta senza Biggio (o quasi) e senza maschera. Parliamo di Francesco Mandelli che, fuori da “I soliti Idioti”, ricomincia dalla commedia al femminile.  A dirigere, quel Fausto Brizzi che dopo “Maschi contro femmine” e “Femmine contro maschi”, aveva promesso: «Prima o poi farò una commedia con tante donne  nei ruoli comici che nessuno fa mai fare loro in Italia». Questo “Pazze di me” (da giovedì nei cinema) è la realizzazione di quella promessa. Mandelli, ma cosa ci fa lei tra tante madri, sorelle, nonne,  badanti, per non dire delle fidanzate...? Sono l'unico maschio della famiglia, dopo che mio padre se  n’è andato e sopporto di tutto.Nella vita reale è così comprensivo e paziente? No, infatti ammiro la fredda accettazione del mio personaggio. Io  perdo subito la pazienza.Da “I Soliti Idioti” a qui  è stato un passo facile? Qui si trattava non solo di recitare senza maschera, ma di recitare in un ruolo da protagonista. Un’inversione a “U” rispetto agli Idioti, esperimento cacofonico e caricaturale. Non è stato facile togliere tutto ciò che avevo fatto fino ad oggi, le faccette e le espressioni. Cosa si aspetta dal pubblico? Non so, sono curioso di vedere come reagirà, anche perché sembro senza Biggio, ma lui, sia pure solo in un cameo, c'è e per la prima volta tra noi sono io ad essere vessato da lui.
(Silvia Di Paola)

Spettacoli