Meteo
 


Fatti&Storie

Lombardia raffica di indagati per peculato Sono tutti consiglieri della Lega o del Pd

Pirellone. Ci sono altri 37 indagati per peculato nell'inchiesta condotta dalla procura di Milano sui rimborsi regionali. Sono tutti consiglieri o ex consiglieri della Lega e del Pdl della Regione Lombardia e si vanno ad aggiungere ai 22 che, nei giorni scorsi, avevano ricevuto un invito a comparire. Anche ai 'nuovi' indagati verrà notificato un invito a presentarsi in procura.Sono solo quattro i consiglieri eletti tra 2005 e 2010, quindi nelle ultime due legislature, non indagati: Franco Nicoli Cristiani (comunque inquisito per peculato e già arrestato per corruzione), Viviana Beccalossi, Maria Stella Gelmini e Enzo Lucchini. La Gelmini e la Beccalossi al Pirellone sono state pochissimo per poi diventare parlamentari, mentre a Lucchini è “addebitata” solo una raccomandata da 5 euro. Indagati invece sono la vicepresidente del Senato Rosy Mauro (l'ex leghista fu al Pirellone tra 2005 e 2008) e, fra gli altri, gli ex consiglieri Renzo Bossi, Monica Rizzi e Giulio De Capitani. Sarcastico Formigoni: «E così oggi, primo giorno ufficiale di campagna elettorale, sappiamo finalmente dove sta di casa la corruzione in Lombardia! Sta tutta e solo nei Consiglieri del Pdl e della Lega!». Salvini, segretario della Lega lombarda: «Fiducia nei magistrati e nei leghisti. Chi ha sbagliato pagherà».
(Metro)

Fatti&Storie