Meteo
 


Fatti&Storie

Monti e Marchionne Nasce l asse di Melfi

Il presidente del Consiglio Mario Monti è arrivato ieri nello stabilimento Fiat di Melfi accolto dai vertici del Lingotto, il presidente John Elkann e l'ad Sergio Marchionne, e da un applauso dei dipendenti.Marchionne ed Elkann hanno annunciato investimenti per lo stabilimento lucano in cui verranno prodotti due mini Suv, uno a marchio Fiat 500 e uno a marchio Jeep. È la prima volta che il brand Usa viene prodotto in uno stabilimento italiano. Marchionne ha anche confermato il raggiungimento degli obiettivi per quest'anno: Fiat è «un'azienda sana e forte», chiuderà il 2012 con «un utile della gestione ordinaria di circa 3,8 miliardi e un utile netto sopra 1,2 miliardi». E nei prossimi 3-4 anni punterà a raggiungere il break even in Italia e in Europa.Rivolto ai vertici del Lingotto il presidente del Consiglio in quello che a molti è sembrato il suo primo discorso da “candidato” ha detto «grazie per questa scommessa sull'Italia». Per Monti l'investimento a Melfi deve essere «il primo passo verso il 'punto e a capo». «Oggi vince l'Italia che sa rimboccarsi le maniche» e quello che è accaduto qui, «è emblematico della svolta possibile in Italia, questo è il percorso che immagino e vorrei per il nostro Paese».
(Adnkronos)

Fatti&Storie