Meteo
 


Fatti&Storie

Milano Maurizio Tola chef per bont

Maurizio Tola, 44 anni, è un maitre d’hotel che ha lavorato nei più rinomati ristoranti italiani. Ma è diventato anche una sorta di “leggenda” per molte delle 70 associazioni che fanno parte di MilanoAltruista. Da quando è arrivato a Milano si è dato da fare cucinando manicaretti per i  meno fortunati. Maurizio, come ha iniziato a regalare il suo tempo?Un po’ l'ho sempre fatto, ma appena giunto a Milano ho letto sul giornale di MilanoAltruista, l'ho contattata, ho raccontato della mia passione per la cucina e mi sono ritrovato a cucinare in una casa accoglienza per ragazzi down. Un'esperienza positiva...Ho organizzato i volontari per  la spesa, e, insieme ai ragazzi, abbiamo creato un menù “Nouvelle cuisine”. È stato bellissimo e gratificante.Quest'anno dove cucinerà? Ancora non so quale  associazione avrà bisogno, ma ho pronto il menù,  antipastini e finger food:  mousse di zucca e pancetta croccante, tartine al mascarpone e pere allo zucchero, tartine al salmone con panna acida, arance ripiene con gamberetti, pompelmo  e indivia. E poi va alla grande il tiramisù!Molti sarebbero  disposti a seguire le sue orme, ma poi, al dunque, si tirano indietro.Devi sicuramente sentire dentro un a forza che ti spinge. Per questo il progetto di MilanoSolidale è validissimo, perché coinvolge  anche quelli che magari hanno solo un pomeriggio libero, o solo qualche ora.Ma la sua famiglia non si lamenta delle sue assenze sotto le feste? Ho una compagna e un bimbo di 2 anni e mezzo, e non vedo l’ora di coinvolgerli.
(Andrea Sparaciari)

Fatti&Storie