Meteo
 


Fatti&Storie

Lezioni il pomeriggio per i due licei torinesi

Non si arresta la protesta degli studenti del liceo scientifico Copernico e dell’istituto commerciale Rosa Luxemburg. Dal prossimo sette gennaio gli studenti dovranno abbandonare le classi e si dovranno trasferire in altre scuole, ma saranno costretti a fare lezione il pomeriggio.
La decisione è stata presa dalla Provincia per consentire di eliminare dai controsoffitti la fibra di lana che secondo una perizia dell’Arpa sarebbe cancerogena. Ieri oltre mille studenti hanno marciato fino alla Provincia. «Esistono due perizie, una del Cto che dice che la fibra è innocua e una seconda dell’Arpa che dice che la fibra è cancerogena - spiega Francesca Borioli, rappresentante d’istituto del Copernico -. Noi chiediamo solo che venga fatta una terza perizia così da conoscere la verità sulla pericolosità della fibra».
Richiesta inoltrata, attraverso una lettera, anche all’Asl e al procuratore Raffaele Guariniello che per primo fece fare i controlli portando alla luce il problema. Dal canto suo l’assessore provinciale all'edilizia scolastica, Umberto D’Ottavio, ieri ha tenuto in strada un’assemblea con gli studenti, cercando di spiegare loro le ragioni dell’Ente: «Dobbiamo e vogliamo tutelare il vostro diritto allo studio, ma anche il vostro diritto alla salute».
(Rebecca Anversa)

Fatti&Storie