Meteo
 


Fatti&Storie

Derivati sentenza storica Condannate quattro banche

giustizia «Una sentenza storica». Così il procuratore aggiunto di Milano, Alfredo Robledo, ha commentato la condanna per truffa, arrivata ieri nei confronti di quattro banche estere – Deutsche Bank, Ubs, Jp Morgan e Depfa – per i derivati stipulati dal Comune di Milano. Al centro del processo lo swap trentennale che fu firmato  durante l’amministrazione di Gabriele Albertini e rinegoziato quando era sindaco Letizia Moratti, entrambi chiamati a testimoniare.  Un’operazione che avrebbe comportato un danno per le casse di Palazzo  Marino, pari a 100 milioni di euro, e un vantaggio invece per gli  istituti di credito. Le banche, sostiene l’accusa, hanno omesso di informare l’amministrazione circa la classificazione della transazione.
Ieri ogni banca è stata condannata a una multa di un milione di euro, inoltre il giudice Maggi ha deciso per la confisca complessiva  di circa 89,6 milioni di euro nei confronti dei quattro istituti.
Nove i manager ed ex manager condannati (le pene variano dai sei ai nove mesi), tra i quali anche il figlio dell’ex sindaco di Napoli Bassolino. Le banche hanno negato le accuse e ricorreranno in appello. Per il procuratore Alfredo Robledo, la sentenza «è importante perché riconosce il fondamentale principio di trasparenza necessario da parte delle banche nei contratti con la pubblica amministrazione».
(Metro)

Fatti&Storie