Meteo
 


Fatti&Storie

Cimitero comunale business per privati

Mi consenta a... Claudio Demicheli, assessore al Comune di Cremona con delega ai Rapporti con i Cittadini, Periferie-Aree e servizi cimiteriali. Assessore, privatizzate il cimitero di Cremona perché non ci sono più soldi per gestirlo?
Sì, siamo in difficoltà e abbiamo anche bisogno di personale qualificato.
Perché il vostro personale non lo è? Risultano 10 dipendenti alla voce servizi cimiteriali.
Non lo si può definire qualificato se si pensa che 3 andranno in pensione, 2 sono in malattia perenne, 1 si avvale della 104. Ne restano 3 o 4 che tra recupero salme, cremazione e recupero resti non bastano.
Per il nuovo polo crematorio il Comune ha investito 2 milioni e 800 mila euro: una bella somma, però!
È prevista pure la copertura con pannelli fotovoltaici di 44 cappelle e 54 tombe romane: è un discorso ecologico...
Ma non si è mai sentito di un cimitero privatizzato!
Lo so, fa strano. Ma al momento la municipalizzata che lo gestisce è una sorta di braccio destro del Comune. Non è escluso che si ricorra a una gara d'appalto per arrivare a capitale misto. Comunque, proprio perché gli investimenti fatti sono copiosi la Giunta ha dato parere favorevole alla gestione privata: il Comune deve recuperare i soldi spesi. Se le celle frigorifere son piene e non si riesce a smaltire il lavoro, la gente va altrove per la cremazione dei defunti ed è un mancato introito per noi.
 
(Orietta Cicchinelli)

Fatti&Storie