Meteo
 


Sport

La Juve ritrova Antonio Conte A Palermo col vento in poppa

Calcio. Domenica, a Palermo (senza lo squalificato Giovinco: al suo poso possibile rilancio di Matri), Antonio Conte sarà di nuovo in panchina e la Juve avrà chiuso questa prima fase di stagione alla grande: prima in campionato, qualificata agli ottavi di Champions League avendo vinto il girone, morale a mille e conti quasi a posto. Perché è inutile negare che andare avanti in Europa porta benefici mica da ridere, specie se si ha ancora un rosso a bilancio di quasi 50 milioni. La sola partecipazione alla fase a gruppi ha infatti portato nelle casse bianconere 7,2 milioni di euro, più 4,5 milioni di montepremi-gare (tre vittorie da 800mila euro ciascuna, più tre pareggi da 0,4 mln), ai quali si aggiungono circa 6 milioni di ricavi da botteghino delle tre partite giocate allo Stadium e 3,5 milioni per il passaggio agli ottavi. Totale: 21 milioni abbondanti, aspettando il prossimo indotto degli ottavi di finale: dal market pool, che fa le stime del valore del club sul mercato televisivo e dei mercati nazionali, alla biglietteria di casa propria. Il tutto senza considerare le altre prossime ricadute positive, come i diritti televisivi, l’aumento di valore del marchio e del parco giocatori, gli sponsor certamente più generosi e via di questo passo. Tombola, insomma.
(Domenico Latagliata)

Sport
Benedetta Pilato, a destra, e Martina Carraro (www.federnuoto.it)