Meteo
 


Fatti&Storie

Mazzette fiscali Maggiore due anni

È stato condannato a due anni (pena sospesa) e all’interdizione dai pubblici uffici per un periodo di uguale lunghezza l’ex direttore provinciale dell’Agenzia delle entrate di Torino Ernesto Giacomo Maggiore.La sentenza è stata pronunciata ieri. Il pm Roberto Furlan aveva chiesto quattro anni. Maggiore era accusato di aver preso due mazzette da duemila euro ciascuna da un imprenditore del canavese nel giugno del 2011.
Avrebbe “chiuso un occhio” per facilitargli alcune pratiche, evitandogli controlli fiscali. L’imprenditore confessò subito, patteggiando la pena. Ieri l’avvocato di Maggiore, Vittorio Rossini, aveva chiesto al collegio per il suo assistito il minimo della pena, segnalando che «dalle intercettazioni emerge che non vi fu un atteggiamento subdolo di Maggiore, nè un inganno da parte sua, ma un atteggiamento trasparente. Anzi - ha sottolineato il legale - il processo penale è stato caratterizzato fin da subito dal suo pentimento, Maggiore ha da subito pagato».
L’ex direttore è stato condannato a pagare 40mila euro di risarcimento all’Agenzia delle entrate: 18 mila li aveva già versati.
(Metro)

Fatti&Storie
Elezioni