Spettacoli

Allevi l alba di Sunrise sulle ali dei sogni

Roma. «Voglio pensare che Sunrise rappresenti l'alba di un nuovo giorno. Siamo avvolti nell'incertezza ma non dobbiamo smettere di sognare un mondo più bello. Vorrei che queste  donassero a tutti un po' di speranza e infondessero il coraggio d'intraprendere nuove strade. La musica, mia strega capricciosa, è riapparsa col suono struggente del violino, del piano e dell'orchestra. La musica della mia rinascita». Queste le parole di Giovanni Allevi per introdurre Sunrise, l'album che l'enfant terrible della musica classica contemporanea presenterà mercoledì (h21) all'Auditorium di via della Conciliazione.
Note, gioia ed entusiasmo
«Dopo un lungo e difficile periodo – spiega il pianista – le note, la gioia e l'entusiasmo sono tornati a investirmi come una cascata. Ora voglio solo che queste note siano vicine al cuore della gente, che siano d'incoraggiamento a superare i momenti di buio, per ritrovare la luce che è dentro di noi». Con il concerto di Allevi entra nel vivo la stagione dell'Auditorium. Fra i prossimi ospiti Niccolò Fabi, Franco Battiato, Mick Hucknall, Elio e Le Storie Tese.
 
(Stefano Milioni)

Spettacoli