Fatti&Storie

Scuola tensione in vista per sabato

La protesta degli studenti si è tradotta tra martedì e ieri in altre 20 occupazioni, tra Roma e i Castelli. Protesta che nella maggior parte dei casi ha messo da parte simboli e appartenenze, come quella di ieri mattina in via Sant’Emerenziana. Gli studenti dell’Avogadro e del Giulio Cesare hanno sfilato per il quartiere Africano scandendo lo slogan “Nè rossi nè neri ma liberi pensieri”.
E sabato mattina ci saranno i cortei di Cobas (da piazza della Repubblica a Santi Apostoli) degli Universitari (da piazzale aldo Moro) e degli studenti medi (dalla Piramide). I lavoratori della scuola della Cgil saranno in presidio a piazza del Popolo dalle 10 alle 13. Sabato sarà anche il giorno della manifestazione nazionale di Casapound, che punta alle 5000 presenze.
Il corteo ricalcherà nel pomeriggio quello mattutino dei Cobas. I centri sociali sono determinati a impedire la sfilata dei fascisti del terzo millennio. E lo faranno con un presidio sotto la sede di Casapound in piazza Vittorio.
(Metro)

Fatti&Storie