Meteo
 


Fatti&Storie

Notai italiani cari solo una falsit

Mi Consenta a... Gabriele Noto, membro del Consiglio nazionale del Notariato. Secondo l'ultimo rapporto della Banca Mondiale i costi notarili per avviare un'impresa in Italia incidono per il 70% sul totale delle spese.
È falso: sono meno del 10% dei costi totali. È un macroscopio errore legato alle rigidità dei questionari utilizzati da questa indagine.
Si spieghi meglio...
Semplice: è sbagliato il metodo che tende a penalizzare tutti i paesi che utilizzano sistemi giuridici diversi da quello americano.
Un esempio?
Tra i parametri non è calcolato da nessuna parte il risparmio economico effettivo che i cittadini hanno poiché, grazie a noi, possono costituire una società più rapidamente: in 4 giorni anziché in 4 mesi come è altrove.
Rapido sì, ma costoso! Lo stesso ministro della coesione territoriale, Fabrizio Barca, vi ha definito una categoria “rentiers”, lamentando una mancata competizione nel settore.
Il ministro ci ha deluso: ci saremmo aspettati meno superficialità da parte sua, considerando anche che è stato proprio il riconoscimento del lavoro svolto dai notai, sul registro delle transazioni immobiliari, che ha consentito all'Italia di risalire posizioni nella graduatoria 2013 del rapporto Doing Business della World Bank.
 
(Orietta Cicchinelli)

Fatti&Storie