Spettacoli

Al via il VII Festival del Film di Roma tra anteprime ed eventi doc

Roma – Ogni anno il Festival Internazionale del Film di Roma, la cui settima edizione inizia oggi, è stato sempre capace di riservare delle belle sorprese al pubblico. Indipendentemente dalle star presenti la qualità dei film, soprattutto quella dei titoli meno roboanti è sempre stata molto elevata.   Nella sezione In Concorso Uno dei lungometraggi sicuramente da non perdere è “Back to 1942” di Feng Xiogang, epico racconto della carestia sofferta dalla Cina settanta anni fa durante la guerra con il Giappone. Oltre a un cast di attori orientali spiccano i nomi di Tim Robbins e Adrien Brody, rispettivamente nella parte di un prete cattolico e di un giornalista. “Lesson of Evil” del regista nipponico Takashi Miike, sempre ai confini con l'horror, è un altro dei film in concorso che genera molta curiosità. Al centro della storia , tratta dall'omonimo romanzo di Yusuke Kishi, c'è un insegnante sociopatico che con la sua influenza conduce un gruppo di liceali sull'orlo del baratro.   Nella sezione Cinema XXI “A walk in the park” di Amos Poe, considerato da molti come il padre del moderno cinema indipendente, e il thriller di Mike Figgis “Suspension of disbelief” con Julian Sands sono entrambi film in cui finzione e verità si fondono esplorando i meandri della mente.  In Prospettive Italia da segnalare “Giuliano Montaldo – Quattro volte vent'anni” di Marco Spagnoli sulla vita del grande cineasta e intellettuale e i tre film ambientati a Scampia, quartiere della periferia di Napoli tristemente noto, “Interdizione Perpetua” di Gaetano di Vaio, “L'uomo con il megafono” di Michelangelo Severgnini e Ciro di Sergio Panariello.
Per concludere, in Alice nelle Città, sezione indipendente del festival dedicata ai film per ragazzi, da non perdere Beautiful Creatures di Richard LaGravenese, ispirato al primo dei romanzi della saga Caster Chronicles di Kami Garcia e Margaret Stohl, che annovera già numerosi fan.E per gli amanti di Saint-Exupèry e del suo capolavoro (Il piccolo principe) l'anteprima mondiale del lungometraggio d'animazione in 3D “Le petit prince-La planète du serpent”  (nella foto) del regista Pierre-Alain Chartier.
(Mattia Nicoletti)

Spettacoli