Meteo
 


Spettacoli

Frammenti kafkiani per soprano e violino

Teatro. Un soprano e un violino che dialogano sulla scena usando le parole di lettere e diari di Franz Kafka. Un’atmosfera sonora di grande impatto che al Teatro Elfo Puccini si vivrà, stasera, alle 20.30, con la prima messa in scena in Italia dei “Kafka Fragmente” di György Kurtág per il festival “Milano Musica”. Si tratta di uno spettacolo già rappresentato con successo in Francia, Germania, Norvegia e Austria. Qui l’ormai consolidata interpretazione del duo Carolin Widmann e Salome Kammer, rispettivamente violinista e soprano, prenderà vita con la regia di Antoine Gindt, le scene e le luci di Klaus Grünberg e i costumi di Gwendoline Bouget.
Ma a rendere il palco ancora più simile a un fantasmagorico sogno kafkiano sarà la presenza di due attori, Jacques Albert e Judith Morisseau, e tre comparse che, come un coro muto, interagiranno sulla scena-cornice appositamente costruita in ogni dettaglio della sua essenzialità, interrogando, allo stesso modo, il silenzio emanato dalla musica.
Il palcoscenico sarà infatti spoglio, abitato solo da un tavolo, due sedie e una piattaforma da dove si ascolteranno i brevissimi frammenti della durata ciascuno di un minuto circa. In realtà, l’allestimento è pensato per mettere in risalto il rapporto tra la complessità del testo, con i suoi quaranta frammenti kafkiani tratti da “Diari e Lettere”, e l’apparente semplicità della musica che riesce a trasportare, alla fine, lo spettatore, in questo suo mix, in un’atmosfera di estrema inquietudine esistenziale dal forte impatto emotivo (Infoline: 02 861147).
(Antonio Garbisa)

Spettacoli
Gli Over di Mika
I prof de Il Collegio 5