Meteo
 


Fatti&Storie

Aziende a caccia di superspecializzati

Un autunno 2012 all'insegna della selezione, caratterizzato da aziende alla ricerca dei professionisti sempre più specializzati, con alle spalle un eccellente background e ottime conoscenze linguistiche. È quanto è emerso dall'elaborazione dei dati sul lavoro del gruppo Hays, uno dei leader a livello globale nel recruitment specializzato in middle e top management, che ha cercato di individuare quali sono le figure maggiormente ricercate nel panorama lavorativo italiano. Per il settore accountancy and finance spiccano il financial controller (essenziale nel contenere e gestire i costi aziendali) e le figure impegnate nel transfer pricing e nel payroll. Nel banking c'è grande attenzione per gli esperti nell'analisi “merito e credito” e per le figure specializzate nella ristrutturazione del debito e nel corporate finance.  «Nonostante lo scenario economico sia ancora caratterizzato da incertezza e scarsa stabilità - afferma Carlos Manuel Soave, managing director di Hays Italia - stiamo registrando segnali di ripresa, seppure deboli, nella ricerca di nuove figure professionali. La parola d'ordine per i nuovi manager è “specializzazione”: le richieste che gestiamo si focalizzano su candidati con abilità sempre più specifiche e con un background lavorativo impeccabile. Le aziende cercano di massimizzare i loro investimenti in  risorse umane, mirando alla selezione dei migliori candidati  sulla piazza». «È vero, si sono strette le maglie della selezione - continua Soave - ma a vantaggio di un livello qualitativo sempre più alto. Si può  affermare che le figure professionali legate all'export stanno guadagnando sempre più peso e quindi, a conferma di quanto delineato più volte in passato, la conoscenza delle lingue straniere è un requisito essenziale per chi è alla ricerca di un nuovo lavoro».
 
(Adnkronos/Metro)

Fatti&Storie