Meteo
 


Fatti&Storie

Nigeria attacco in moschea almeno venti le vittime

Nigeria – Almeno venti fedeli musulmani sono stati uccisi in un attacco a colpi di arma da fuoco ieri contro una moschea nello stato settentrionale di Kaduna, in Nigeria, teatro di frequenti violenze tra cristiani e musulmani. La polizia locale nel riferire l’assalto non ha, comunque, confermato il numero delle vittime. L’assalto sarebbe avvenuto in un villaggio sperduto, Dogo Dawa, secondo quanto ha detto Abdullahi Muhammad, capo tribale di un'area vicino al luogo della strage. Non è arrivata nessuna rivendicazione dell'attentato, che non si sa se di matrice religiosa o una pura vendetta, ma ad aver aperto il fuoco mentre le persone pregavano nella moschea sarebbe stato un gruppo di banditi armati che, pare, non erano riusciti, nei giorni scorsi, a depredare il villaggio a causa della forte reazione degli abitanti e di un gruppo di auto-difesa appositamente costituito.
“Si tratta di un caso di rapina a mano armata – riferisce il portavoce dell'esercito Sani Usman confermando l’attacco – gli abitanti del villaggio venivano terrorizzati da un gruppo di ladri che, armati, arrivavano da accampamenti nella foresta per depredarli. Ma si sono difesi e i banditi hanno perso alcuni uomini. Ora si sono vendicati».
(Adnkronos)

Fatti&Storie