Meteo
 


Fatti&Storie

Formigoni molla Lega alle primarie

regione  Alla fine, si voterà. E presto. È questo l’esito del weekend di fuoco vissuto dal governatore Roberto Formigoni. Anche se, a SkyTg24 ha dichiarato: «Lunedì ci aspettiamo la versione definitiva della Lega perché è ancora in tempo per cambiare la sua posizione. Se domani (oggi, ndr) non ci sarà un posizione diversa da quella di sabato io non farò perdere ai lombardi un giorno di più». E si  voterà.
Ma, da quanto ha scritto su Facebook Maroni («Sabato e domenica tutti ai gazebo della libertà, per fare le primarie sul candidato a governatore della Lombardia»), un ripensamento non ci sarà. Intanto, fioccano le autocandidature per la sedia più alta del Pirellone. Per il Pdl ha lanciato la sua candidatura l’ex sindaco-amministratore Gabriele Albertini. Nel campo del Centrosinistra, invece, si sono fatti avanti l’assessore Bruno Tabacci e il Psi Paolo Biscardini.
E oggi alle 18, opposizioni, sindacati e società civile si sono dati appuntamento  in Piazza Lombardia per dire al Celeste che “Il suo tempo è scaduto”.
(Andrea Sparaciari)

Fatti&Storie