Meteo
 


Fatti&Storie

Per le regionali nel Lazio votare il 16 dicembre

Roma. La Regione Lazio al voto prima di Natale. È quanto ha sancito il governo con il decreto legge numero 174, emesso mercoledì, ribadendo che bisogna andare alle urne entro tre mesi dalla data di dimissioni del governatore. Così il presidente della provincia di Roma e candidato governatore nel Lazio, Nicola Zingaretti, si appella nuovamente alla presidente uscente, Renata Polverini, e lancia una data: «Non c’è alcun motivo regolamentare che impedisca di votare il 16 dicembre». Il sindaco Alemanno concorda che «bisogna votare il prima possibile», ma «sarebbe opportuno un unico turno, perché votare a distanza di uno o due mesi è sbagliato e costa». Alemanno appoggia l’idea di un “election day” a dicembre: «Si può fare, ma sarebbe necessario un decreto del Governo perché bisognerebbe sciogliere il Parlamento».
Grillini a consulto in vista delle regionali
Sabato, alle 14, al mercatino Conca d’Oro (via Conca d’Oro, 138) si riunisce l’assemblea del MoVimento 5 Stelle del Lazio «per valutare la partecipazione alle elezioni regionali». Intanto i “grillini” - che cercano un pulmino da adibire a “sede mobile” - annunciano per il 20 ottobre una protesta davanti alla sede della Regione contro «l’immane spreco di denaro pubblico perpetrato dalla classe politica attuale ai danni dei contribuenti».
David Sassoli al via
«La mia campagna elettorale per le primarie Pd alla carica di sindaco di Roma partirà da un luogo simbolo di Roma e della sua sanità malata». Lo annuncia David Sassoli, europarlamentare Pd. «Le primarie siano una bella competizione - prosegue - perché bisogna illuminare la città e per farlo serve un rapporto forte con i cittadini». Si candida anche il capogruppo capitolino del Pd, Umberto Marroni.
 
(Metro)

Fatti&Storie