Meteo
 


Fatti&Storie

Crolla il mercato dei libri

Germania. La crisi colpisce pesantemente il mercato del libro in Italia che nel 2011 aveva avuto un -3,7% nel giro d'affari e nei primi nove mesi del 2012 peggiora a -8,7%.  In Italia aumentano i titoli e le copie immesse sul mercato, diminuiscono i prezzi medi, ma calano i lettori. È questo lo sconfortante bilancio che tira a Francoforte l’Associazione italiana editori (Aie) sottolineando che nel 2011 sono stati 25,9 milioni gli italiani che hanno letto almeno un libro, 723 mila meno del 2010. Per la prima volta dal 2007 la lettura registra dunque una flessione, poiché nel 2010 gli italiani con un libro in mano e di età superiore a 6 anni erano il 46,8% della popolazione, mentre nel 2011 sono scesi al 45,3%. Disarmante il confronto con gli altri Paesi: ad entrare almeno una volta in libreria per comprare un libro sono il 61,4% degli spagnoli, il 70% dei francesi, l'82% dei tedeschi e il 72% degli americani.
(Metro)

Fatti&Storie