Meteo
 


Fatti&Storie

Allegri cambia difesa Robinho pensa al Santos

Il Milan riparte dalla difesa a tre. È  questa la soluzione studiata da Allegri per risolvere i problemi difensivi e in particolar modo quelli sulle palle inattive dove il tecnico vuol sfruttare al massimo i centimetri dei vari Mexes, Yepes e Zapata. «L’allenatore deve trovare le giuste contromosse perché siamo una squadra da primi posti»: così lo aveva spronato Galliani nel dopo derby. Per la verità già contro Zenit e Inter il tecnico aveva impostato una linea a tre ma l’aveva in un certo senso “mascherata”. Anche perché sappiamo benissimo che questo modulo fu bandito dai piani alti di via Turati dai tempi di Zaccheroni.
Rivoluzione al via dal match contro la LazioLa rivoluzione difensiva sarà inaugurata contro la Lazio alla ripresa del campionato e dovrà portare subito buoni risultati altrimenti Allegri rischierà grosso. Purtroppo però il tecnico non avrà i due colombiani fino al giorno della vigilia del match perché impegnati con la nazionale in Sudamerica. Chi invece da oggi ricomincia ad allenarsi a Milanello sono i tre osservati speciali da Galliani, cioè Boateng, Robinho e Pato. Quest’ultimo cercherà di ritrovare la “gamba” in un  test sabato con la Primavera; l’obiettivo è tornare a disposizione a Roma. Robinho invece appare sempre più fuori condizione e demotivato: ha in testa il Santos dove si trasferirà a gennaio.
(c.r.)

Fatti&Storie