Meteo
 


Fatti&Storie

Paradise Lost e Andrea Mir

Prendono il nome da “Il Paradiso perduto”, il celebre poema epico del 1667 scritto da John Milton, dove si racconta l'episodio biblico della caduta dell'uomo: la tentazione di Adamo e Eva a opera di Satana e la loro cacciata dal giardino dell'Eden. Live con i SoenUn tema dalle mille suggestioni, che è molto piaciuto a un gruppo di metallari inglesi, che nel 1988 ha deciso di chiamare la propria band proprio Paradise Lost. È l'inizio della lunga avventura di una formazione molto amata nel settore, che viene genericamente inserita fra i precursori e maggiori esponenti del “doom metal” e del “gothic metal”. Anche se, in realtà, i Paradise Lost nel corso del tempo hanno mischiato le carte di stili e generi, con buona pace di fan e critici più conservatori. E stasera il gruppo sarà all'Alcatraz con le novità di "Tragic Idol", album che ha raccolto consensi un po' dappertutto. Il concerto sarà aperto alle 19.45 dai Soen, supergruppo di progressive metal, che presenteranno l'album "Cognitive" (ingresso, euro 25). Mirò allo ShambalaPiù legata alla canzone d’autore è Andrea Mirò, da anni compagna di vita e di lavoro di Enrico Ruggeri, in scena stasera allo Shambala per RockFiles Live (ore 21, ingresso gratuito con obbligo di prenotazione su www.lifegate.it). Raffinata, eclettica e impegnata nel sociale, la cantautrice e polistrumentista presenterà il nuovo disco “Elettra e Calliope” nel corso di una serata in cui si racconterà al giornalista Ezio Guaitamacchi e suonerà in acustico alcuni brani.(Diego Perugini)

Fatti&Storie
Elezioni