Meteo
 


Fatti&Storie

Fabi stop egoismi per battere la crisi

È tornato dopo una lunga pausa e un grave lutto familiare. Niccolò Fabi sarà oggi alla Fnac (ore 18) per presentare il suo nuovo album, "Ecco", un'intrigante raccolta di canzoni in equilibrio fra pubblico e privato.
Bentornato, Niccolò. Partiamo dal titolo: perché "Ecco"?E' un segno di esistenza: ecco, sono qui. Con la voglia di scrivere e farmi ispirare dalla vita. E anche di confrontarmi col mercato in un momento così particolare.Oggi si vendono meno dischi, c'è crisi...E si ritorna a suonare dal vivo, alla sostanza. E, poi, non essere mai arrivato al primo posto in classifica forse è stato un bene.Come, scusi?Sì. Perché quando arrivi in vetta, poi hai paura perdere il tuo trono e ti siedi sugli allori, non osi più. Un sacco di miei colleghi si sono fermati. Io, invece, mi sento ancora libero di sperimentare.Nel singolo “Una buona idea” lei parla d'Italia. Con amarezza.  Soffro nel vedere i problemi del Paese che amo e ho nostalgia di un passato con altri valori e stili di vita. Come possiamo venirne fuori? Partendo da noi stessi. E guardando agli altri, superando gli steccati dell'egoismo.E come ha superato il dolore nel suo privato? Anche nei momenti più duri, ritrovi poi la spinta a rientrare nel ciclo vitale. E' la natura. Diego Perugini

Fatti&Storie
Elezioni