Meteo
 


Fatti&Storie

Cesari scuola senza bus marce di protesta i luned

 
Il nuovo anno scolastico comincia male per gli studenti della  elementare “Duca degli Abruzzi” di via Cesari. Il 20 luglio il Comune ha riorganizzato il servizio di trasporto scolastico con una delibera e circa 60 alunni non hanno più lo  scuolabus. I nuovi criteri prevedono infatti che i bimbi beneficiari siano solo quelli appartenenti al bacino e che vivono a più di 2 km dall’istituto.
Gianadrea Fabello dell’Associazione Genitori Cesari spiega: «Già lo scorso anno siamo passati da 5 a 2 pullman. La maggior parte dei fuori bacino era rimasta esclusa ma poi, d’accordo con il Comune, siamo riusciti a trovare una soluzione spostando alcune fermate e allungando la corsa di un  bus».Ora i genitori hanno  deciso di manifestare  con le “camminate di protesta”: «Dal 17 settembre e  ogni lunedì accompagnamo i nostri figli a scuola a piedi partendo da piazza Belloveso, in segno di protesta. Stiamo anche pensando di organizzarne qualcuna in auto per far capire i disagi che creerebbero 50 auto in più in una zona che è già parecchio congestionata e che, a causa dei lavori per la metrò 5 non ha  parcheggi sufficienti».
Intanto il vicesindaco e assessore all'Istruzione Maria Grazia Guida  ha già formato un gruppo di lavoro per trovare soluzione alle richieste delle famiglie. Guida ha  precisato che le risorse degli autobus soppressi saranno destinati al trasporto degli studenti disabili e degli allievi in scuole sottoposte a manutenzione straordinaria. (Valentina Valente)

Fatti&Storie