Meteo
 


Fatti&Storie

Aiutare le mamme per integrare i figli

Uno sportello di assistenza alle donne immigrate dal Salvador, una guida in spagnolo e in italiano per aiutarle dalla partenza al ricongiungimento, il sostegno ai progetti qui e in patria che danno lavoro alle donne. Dentro “En Tu Casa”, uno dei progetti  finanziati dal Comune,  c’è  Ana Conchita Castillo, 37 anni, ex presidentessa della Comunità Salvadoregna monsignor Romero. Dopo aver fatto da madre ai figli del fratello, scappato nel 1990 dal Salvador straziato dalla guerra civile per sfuggire agli squadroni della morte, anche Conchita Castillo è emigrata, a Milano: ha fatto la colf, la badante, l’operaia e ha conseguito la qualifica di tecnica dei servizi sociali.  En Tu Casa è nato «dall’incontro con la ong Soleterre: non tutti avevamo fiducia, come domestiche avevamo  in mente solo che gli italiani erano i  datori di lavoro, che ci sfruttavano e basta».
Invece questo progetto...Sta aiutando e può aiutare molto le emigrate perché lavoriamo sull'orientamento delle famiglie. Si dà per scontato, ma in realtà nel 90% dei casi noi migranti non ci soffermiamo a pensare al nostro progetto migratorio, a eventuali ricongiungimenti. Cerchiamo di mantenere relazioni a distanza con i figli e  questo incide  anche sul compito dei loro tutori in patria, nonni, zii, parenti: hanno un ruolo misconosciuto ma fondamentale.
I giovani migranti, cresciuti senza genitori,  qui   sono spaesati. E le gang li accolgono a braccia aperte. Non tutti  nelle gang sono cresciuti soli. Essere genitori a distanza è difficile e il progetto sostiene le donne che   “disimparano” a fare le mamme, il loro ruolo si svuota.   Lavoriamo con le  donne nel post-ricongiungimento per tenere  aperti i canali con i tutori:   è fondamentale per i ragazzi e per evitare   conflitti.Un Fuori Forum per dare spazio alle ideeIl progetto di Conci Castillo è uno dei tre che verrano riproposti nell’ambito del Fuori Forum, decine di appuntamenti (incontri, dibattiti, concerti e laboratori per bambini realizzati grazie alla partecipazione diretta dei cittadini, delle associazioni di quartiere, dei Consigli di Zona e delle organizzazioni non governative; calendario completo sul sito del Comune e sul nostro) in preparazione del Forum  della Cooperazione Internazionale che il Comune co-organizza   l’1 e 2 ottobre   su iniziativa del ministro per la Cooperazione  e l’Integrazione Andrea Riccardi. (Simona Mantovanini)

Fatti&Storie