Meteo
 


Fatti&Storie

Juve rientro in Champions oggi in casa Chelsea

L’ultima volta che la Juventus ha messo il naso in Champions League è stata presa a sberle: dicembre 2009, Ferrara in panchina e Bayern Monaco che passa a Torin o 4-1 estromettendo i bianconeri dalla competizion. Quasi tre anni e uno scudetto dopo, riecco la Signora: stasera a Stamford Bridge, contro il Chelsea campione in carica. Se c’era bisogno di un battesimo nobile, meglio di così non sarebbe potuta andare (nella foto, la sgambatura di ieri a Stamford Bridge).
"Mi mancava la musichetta""Mi mancava la musichetta" «La musichetta mi mancava – ha detto Buffon -. Possiamo giocarcela, anche se non me la sento di dire fino a che punto potremmo arrivare. Io però non firmo mai per un obiettivo minimo. Giochiamo e vediamo come va a finire, orgogliosi e consapevoli della nostra forza». Sotto sotto, il desiderio è quello di diventare la mina vagante della competizione e poi chissà. Alla fin fine, la squadra di Di Matteo ha vinto la Champions senza essere unanimemente considerata la migliore: avendo però – all’epoca – Drogba in squadra, tutto è potuto accadere. E se la Juve non può vantare un giocatore di quelle dimensioni, può però basarsi su un’organizzazione di squadra e su una voglia di rivincita senza eguali: Su il sipario, allora: con Giovinco e Vucinic in attacco e tanta voglia di non sta re solo a guardare. (dom.lata.)

Fatti&Storie