Fatti&Storie

Cherosene e intossicati a Campo Ascolano

Tutto è iniziato lunedì mattina, quando l’odore nauseabondo di gasolio aveva causato decine di malori, tra gli abitanti. In via Po, a Campo Ascolano, un canale continuava a riversare cherosene in mare.
Decine di residenti, tra cui una madre con bambino, hanno chiesto l’intervento del 118 dopo essere rimaste intossicate. Dalla mattinata sono accorsi i vigili urbani,  pompieri, carabinieri e l’esercito con un’idrovora.
Il carburante proveniva da un serbatoio difettoso che, secondo l’Aeronautica Militare, appartiene alla Guardia di Finanza ed è nelle pertinenze della base militare (la stessa che ospitò il vertice Nato Russia del 2002). I vigili del fuoco non sono potuti entrare per accertare le origini del danno, gli interventi sono durati fino all’una di notte.
Ieri la stessa Aeronautica Militare ha rassicurato che la situazione era tornata alla normalità. Ma per i residenti le cose non stanno così. Ieri pomeriggio erano visibili ancora le chiazze di gasolio. Inoltre i cordoli messi nel canale per arginare il carburante sono stati sommersi dopo le abbondanti piogge facendo finire in mare il cherosene.
(Paolo Chiriatti; foto di Daniele Bruno)

Fatti&Storie