Fatti&Storie

Il Tar d ragione al Comune sugli artisti di strada

Si fa pi ugrave concreta la stretta sugli artisti di strada approvata dal Comune il 12 aprile scorso Ieri il Tar del Lazio ha dichiarato che il regolamento approntato dal Consiglio comunale laquo non si appalesa illegittimo n eacute manifestamente irragionevole raquo dal momento che il Comune ha laquo esercitato le proprie potest agrave in materia di governo del territorio e uso del suolo pubblico raquo Il ricorso era stato presentato proprio da 34 artisti di strada Il regolamento prevede il sequestro degli strumenti di lavoro e multe da 500 a mille euro per chi non si esibir agrave nelle strade e nelle aree individuate dal Comune Inoltre ogni singolo artista non potr agrave lavorare per pi ugrave di due ore nello stesso posto e non potr agrave farlo in prossimit agrave di luoghi di culto scuole e ospedali Divieto assoluto infine sugli strumenti a percussione Su questo punto in realt agrave il Tar ha espresso dei dubbi cos igrave come sull rsquo apparato sanzionatorio dando per ograve in sostanza ragione all rsquo amministrazione Metro nbsp nbsp nbsp

Fatti&Storie