Fatti&Storie

Valanga sul Monte Bianco travolge nove alpinisti

Francia. Tragedia sul Monte Bianco, dove una valanga ha travolto diverse cordate impegnate nella salita al Mont Maudit (4.465 metri), terza vetta più alta del massiccio, causando la morte di nove persone, mentre altre undici sono rimaste ferite. L’allarme è stato lanciato alle 5.25 del mattino da uno dei sopravvissuti. Le vittime sono di nazionalità svizzera, tedesca e spagnola. Nelle prime ore si era parlato anche di quattro dispersi, due britannici e due spagnoli, che invece non erano nel gruppo travolto dalla neve. Due di loro avevano annullato la salita, gli altri avevano preferito un itinerario diverso. A provocare la valanga potrebbe essere stato il crollo di un blocco di ghiaccio oppure il passaggio degli stessi alpinisti. La cordata che era in cima al pendio è rimasta infatti illesa, mentre la neve ha travolto quelle che seguivano.Solo due dei 28 alpinisti coinvolti portavano il segnalatore per essere rintracciati in caso di valanghe. Secondo Vanda Bonardo, responsabile Alpi di Legambiente, le montagne «subiscono i cambiamenti climatici e diventano più fragili con le temperature alte».
 
(Metro)

Fatti&Storie