Fatti&Storie

Interessi alle stelle e minacce Arrestati due usurai sassaresi

Sono agli arresti domiciliari due presunti usurai accusati dalla guardia di finanza di Sassari anche di estorsione ed esercizio abusivo di attività finanziaria. Si tratta di Gian Battista Fresu, 60 anni, imprenditore di 60 anni e Franceschino Pireddu, 50 anni, operaio di Bono.
I tassi d’interesse praticati alle vittime, imprenditori professionisti ma anche famiglie del nord Sardegna che chiedevano somme fine o oltre 50mila euro, variavano tra il 75 e il 220% l’anno.
Quando le vittime, spesso spinte a chiedere i prestiti per necessità determinate dalla crisi economica, non erano in grado di saldare le rate, gli interessi salivano a dismisura. A garanzia dei prestiti gli arrestati - secondo l'accusa- pretendevano assegni di importo di molto superiore a quanto elargito, minacciando le vittime anche  di danni fisici.
La Finanza ha accertato che gli arrestati avevano accumulato beni per circa un milione di euro, fra immobili, veicoli, un'azienda commerciale, conti correnti e polizze vita. Sono stati sottoposti a sequestro preventivo un patrimonio immobiliare di circa 600mila euro e rapporti finanziari per oltre 300mila euro.
(Metro)

Fatti&Storie