Fatti&Storie

Sanit scontro Stato Regioni

Roma. Le Regioni hanno chiesto al governo di verificare i numeri dei tagli alla Sanità, con l’obiettivo di non vedere ridotti  i servizi ai cittadini. Il governo si è impegnato ad  avviare,a partire da oggi, incontri tecnici   sulle cifre alla presenza del supercommissario per la spending review  Enrico Bondi. Questo l’esito dell’incontro di ieri svoltosi tra premier Monti e governatori, in un clima molto teso. Dal canto suo il premier Monti avrebbe auspicato «di poter constatare insieme ai governatori che è possibile ridurre i costi a servizi invariati. Se così non fosse - ha aggiunto- il vero pericolo sarebbe un avvitamento stile Grecia o Portogallo». In particolare per le Regioni, resta il problema di come distribuite i tagli alla spesa e, soprattutto, secondo quali criteri. Per i governatori il criterio non può essere quello orizzontale (tagli uguali per tutti), ma va ricercata «una forma di perequazione e di equilibrio. Chiediamo almeno che nell'ambito del Patto si adotti un criterio premiale: le regioni virtuose, quelle che hanno cioé già attuato una razionalizzazione della spesa, vanno in qualche modo tutelate, perché oltre il fondo del barile non si può scavare».
 
(Metro)

Fatti&Storie