Fatti&Storie

Strisce blu per fare rinascere il commercio a Cagliari

 I parcheggi a pagamento per fare rinascere il commercio a Cagliari. Sembra un controsenso, invece è il progetto condiviso da Comune e negozianti. Soprattutto in via Sonnino, dove la giunta Zedda ha messo a punto un piano che prevede 73 nuove strisce blu. Una rotazione delle auto che non dispiace ai commercianti: ieri pomeriggio, nell’assemblea all’Exmà con gli assessori Mauro Coni e Barbara Argiolas, loro hanno chiesto 15 minuti di sosta gratuita iniziale e il disco orario. Soluzioni ora al vaglio del Comune, che intanto rilancia anche su altre zone della città: “Stiamo pensando a un nuovo fast parking in piazza De Gasperi nei pressi del Comune- ha spiegato l’assessore Coni- e aumenteranno anche i posti a disposizione nel parcheggio della stazione ferroviaria. Inoltre presto saremo finalmente in gra do di aprire i 720 parcheggi del Parco della musica, e partiranno anche le strisce gialle per i residenti. In tutto circa duemila posti auto per l’intero quartiere, una bella boccata di ossigeno per San Benedetto”.Ma è soprattutto su via Sonnino, dove è prevista la nuova ondata di strisce blu, che era incentrato il dibattito. E molti commercianti si sono avvicinati all’Exmà alle 16, nonostante il caldo totrido, perchè in gioco c’era il destino di una strada importante e del commercio cittadino. Intanto vengono ipotizzati anche parcheggi a spina di pesce per viua Satta, insomma il Comune è disposto a ripensare tutta la viabilità per venire incontro ai negozianti che soffrono davvero una pesante crisi economica. In vista c’è anche la costruzione di un terzo piano nel multipiano di via Battisti. 
(Jacopo Norfo)

Fatti&Storie