Fatti&Storie

La chirurgia estetica Non per i Down

Non è lecito sottoporre le persone Down (bambini o adulti incapaci) a interventi di chirurgia estetica finalizzati alla conformazione ai canoni sociali di “normalità”. Lo stabilisce un parere del Comitato nazionale per la Bioetica. Ritocco bocciato, dunque, «specie se presenta un carattere invasivo e doloroso, considerato anche che con questi interventi difficilmente si realizza un beneficio per la persona Down». «Siamo assolutamente contrari a questo tipo di interventi che comunque in Italia sono pochissimi - precisa l’Associazione italiana persone Down - alcune ricerche dimostrano che il mutamento d’aspetto spesso è controproducente».
(metro)

Fatti&Storie