Fatti&Storie

Veleni a Porto Torres senza colpevoli

 Tutto da rifare: saltano i quattro rinvii a giudizio per i veleni di Porto Torres. Ci sono voluter ieri ben sette ore di camera consiglio ieri in Corte d’Assise a Sassari, per arrivare a un verdetto che farà discutere. Quattro manager delle aziende del polo industriale erano finiti sotto accusa per avere riversato nel mare di Porto Torres metalli che derivavano dalla produzione e vari materiali tossici. Un disastro che i sassaresi conoscono bene, e per il quale sembravano essere stati trovati dei presunti colpevoli. Ieri invece è andato in scena il clamoroso ribaltone:  La Corte ha accolto le istanze della difesa pur respingendo invece la richiesta sulla incompetenza territoriale. Sul banco degli imputati, insieme a Guido Safran, erano finiti Gianfranco Righi, legale rappresentante della Syndial; Diego Carmello e Francesco Maria Apeddu, rispettivamente legale rappresentante e direttore di stabilimento della Ineos Vinyls.  Ora le richieste di rinvio a giudizio sono annullate. 
(Jacopo Norfo)

Fatti&Storie