Fatti&Storie

Assisi una giunta senza donne Il sindaco Non ne trovo di adatte

Claudio Ricci, sindaco di Assisi (Pg), eletto nel maggio 2011 (centrodestra)
Sindaco, lei è balzato agli onori delle cronache per aver nominato una giunta composta da soli uomini.  La sua scelta ha suscitato molte polemiche, tanto da essere etichettato come “il sindaco misogino”.Non ho nulla contro le donne. Lo dimostra il fatto che il presidente del consiglio comunale è una donna. Ci sono anche due capigruppo donna nel consiglio ed il mio staff è composto esclusivamente da donne, peraltro valenti ed efficienti.  Quella in corso è una polemica inutile e strumentale.
Sul caso si è espresso anche il Tar...Il Tar non ha ritenuto illegittima la mancata nomina di un componente di sesso femminile ma ha solo sancito che la mancata nomina deve essere motivata mediante l’illustrazione delle ragioni e delle modalità che hanno condotto a siffatta scelta, cosa che faremo nei prossimi giorni.
Quali sono dunque le motivazioni?Ho ritenuto più opportuno rispettare la volontà degli elettori e scegliere gli assessori tra chi ha ottenuto il maggior numero di preferenze.
Ha persino fatto delle “selezioni” tra le aspiranti assessori. Come è andata?Ho preferito sentire per prime le donne candidate alle elezioni del 2011, ma nessuna di loro era immediatamente operativa né poteva vantare una solida esperienza politica. L’unica che ho ritenuto adatta al ruolo è l’attuale presidente del consiglio comunale che però ha preferito mantenere il suo ruolo di presidente.
Lei esclude che ci saranno in futuro donne nella sua giunta?Non lo escludo a priori. La legislatura è ancora lunga.
Come risponde a chi lo accusa di essere misogino?Con una querela.
(Valentina Valente)

Fatti&Storie