Sport

Un nuovo 65 per la Volvo Ocean Race Costi contenuti e progetto Farr

Gli organizzatori della Volvo Ocean Race hanno presentato oggi alla stampa i dettagli della nuova barca che sarà utilizzata per le prossime due edizioni della regata. Quanto presentato dal ceo della regata, Knut Frostad, mira a ridurre in maniera sostanziale i costi per la creazione di una campagna competitiva e ad aumentare le dimensioni della flotta, portandole in futuro a 8 o 10 barche. Il nuovo monoscafo di 65 piedi (19,8 metri) sarà strettamente monotipo, progettato dallo studio americano Farr Yacht Design e costruito da un consorzio di importanti cantieri nel Regno Unito, in Francia, Italia e Svizzera.
Un accordo fra Volvo Ocean Race, lo studio di progettazione e i cantieri permetterà di costruire un minimo di otto scafi per le prossime due edizioni dell’evento. I lavori inizieranno il prossimo luglio e la prima barca della nuova classe sarà completata entro il giugno 2013, ossia oltre un anno prima della partenza della dodicesima edizione della Volvo Ocean Race, in programma per la seconda metà del 2014.
"Questa nuova formula e l’accordo per la costruzione di almeno otto barche segnerà l’ingresso in una nuova era per la Volvo Ocean Race" ha dichiarato Knut Frostad, Chief Executive Officer dell’evento. "Rappresenta un altro importante momento per una regata che non ha mai cessato di fare passi avanti nella sua storia quasi quarantennale. Scegliendo un monotipo progrediamo enormemente nella pianificazione delle prossime due edizioni. La Volvo Ocean Race è in gran forma per affrontare il futuro".
Malgrado sia cinque piedi (1,5 metri) più corta la nuova barca sarà comunque in grado di raggiungere velocità anche superiori di quelle degli attuali Volvo Open 70, e sarà dotata dei più innovativi sistemi di trasmissione video, satellitari e di strumenti di comunicazione per migliorare ulteriormente il lavoro dei Media Crew Member, il cui programma è attivo dall’edizione 2008/09 della regata.
Il nuovo progetto ridurrà in maniera significativa la barriera di ingresso alla Volvo Ocean Race e il costo necessario a mettere in piedi un team che secondo Knut Frostad è possibile valutare sotto i 15 milioni di euro. Il costo "pronta a navigare" delle barche, incluse le vele per il periodo precedente e per la regata, si aggirerà intorno ai 4,5 milioni di euro, e ulteriori risparmi potranno essere ottenuti grazie alla messa in rete delle risorse.
(Metro)
 

Sport