Spettacoli

Laura Curino racconta la fine del lavoro

teatro Un’unica recita, ad ingresso libero, di un monologo sul lavoro, uno di temi più scottanti di oggi. E così stasera, alle 21, andrà in scena nel Chiostro del Teatro Grassi di via Rovello 2 “Homo Faber, storie di vita e di lavoro” con protagonista Laura Curino.
«Da anni questo tema domina i miei testi teatrali», ha confessato l’attrice e drammaturga, «mi affascina per la portata storica, sociale e culturale che lo caratterizza. E per questo l’ho affrontato attraverso le vicende di grandi imprenditori-innovatori e attraverso le storie di semplici operai, contadini, artigiani i cui nomi da soli non significano altrettanto, ma le cui opere e il cui pensiero collettivo hanno cambiato la vita del nostro Paese». Tanto che oggi questo suo “Homo Faber” sarà composto da testi che raccontano il lavoro di ieri con pagine di Primo Levi e Nuto Revelli, il non-lavoro di oggi di Maria Antonia Fama, Incorvaia & Rimassa, Oliviero La Stella, Antonio Menna, Francesco Targhetta,  Eleonora Voltolina, cercando, con il pensiero attento di Camillo e Adriano Olivetti, di costruire energia per il futuro (Info: 02 72333313).
(Antonio Garbisa)

Spettacoli