Sport

Basta gol fantasma Fifa l ira di Blatter

Un tweet breve ma chiaro: «Dopo la partita di ieri sera (si riferisce al gol non visto in Ucraina-Inghilterra martedì, ndr), la tecnologia per la linea di porta non è più un’alternativa ma una necessità». Firmato Joseph Blatter.Insomma, anche il n°1 1 del calcio mondiale si è arreso all’evidenza dei fatti di fronte al gol non dato a una delle padrone di casa dell’Europeo. Dopo la marcatura di Devic, non vista perfino dall’arbitro di porta, tutte le istituzioni del pallone si stanno muovendo per trovare una soluzione. L’International Board, organo che decide le regole del calcio, si pronuncerà sulla tecnologia in campo nella riunione straordinaria del 2/7. Al momento sono alla seconda fase di sperimentazione due sistemi, l’Hawk-Eye, l’Occhio di Falco basato sul riconoscimento ottico attraverso le telecamere, e la GoalRef, che utilizza il pallone col microchip. Intanto ieri si è andati avanti fra giustificazioni (Il n°1 inglese Hart: «È una decisione da prendere in fretta... facile sbagliare»), considerazioni inacidite (Il ct Blokhin: «Per quale motivo abbiamo bisogno di 5 arbitri se la palla entra di 50 centimetri e nessuno la vede?») e domande retoriche (Sheva: «Perché non si usa ancora la tecnologia?»). Collina, capo degli euroarbitri, si è difeso  così: «È stato un errore umano, ma è questione di 2 centimetri. Il contributo degli arbitri di porta nelle prime due occasioni di questo europee è andato bene, la terza volta male». Già.  
(metro)

Sport