Sport

Le Mans vince il futuro L auto ibrida prima

Un finale annunciato anche se dopo cinque ore di gara in testa c rsquo era una Toyota Ma alla 24 Ore di Le Mans vince solo chi taglia il traguardo il giorno dopo il via Davvero una maratona massacrante per le auto in gara ma anche per i piloti e soprattutto per le strategie Hanno vinto anzi hanno stravinto i pi ugrave forti mentre l rsquo inesperienza e un eccesso di entusiasmo ha finito per penalizzare il team Toyota Cinque ore di battagliaLa 24 Ore di Le Mans si decide dopo cinque ore di gara con le due Toyota Hybrid che incalzano le omologhe Audi in testa sino dalla partenza La n 7 con alla guida il giapponese Nakajima dopo un serie di sorpassi mozzafiato supera l rsquo Audi n 1 e tron con alla guida Benoid Treluyer e balza in testa alla gara L rsquo impresa sembra davvero ad un passo Ma i giapponesi non fanno in tempo a gioire per la conquista della testa della classifica che la sorte volta loro le spalle Il pilota di punta della squadra giapponese Antony Davidson entra infatti in collisione con la Ferrari 458 di Piergiuseppe Perazzini che non vede arrivare negli specchietti della sua ldquo rossa rdquo il pilota Toyota che lo centra e viene sbalzato in aria per poi cadere rovinosamente al suolo dopo una carambola che lascia col fiato sospeso il pubblico della Le Mans Per fortuna le conseguenze per i piloti non sono state drammatiche Perazzini egrave uscito subito dall rsquo auto mentre Davidson soltanto con l rsquo aiuto dei soccorritori che per precauzione lo portato in ospedale per accertamenti Li i medici hanno riscontrano allo sfortunato Davidson la frattura di due vertebre Persa una delle due ibride la n 8 di l igrave a poco il team Toyota chiudeva di fatto la sua partecipazione alla 24 Ore di Le Mans Dopo l rsquo entrata della safety car in seguito all rsquo incidente di Davidson Audi riforniva prontamente la n 1 che di a poco tornava temporaneamente in testa Ma l rsquo impazienza di Nakajima di voler risuperare l rsquo Audi e forse un pizzico di inesperienza del box Toyota faceva si che Nakajima andasse ad impattare l originale DeltaWing di Nissan costringendola al ritiro Non meno rovinose le conseguenza per l rsquo ultima delle due Toyota al via Rientrata ai box perde via via posizioni fino ad arrivare alla terzultima posizione per poi ritirarsi definitivamente dopo undici ore di gara Gara ldquo in discesa rdquo Da allora in poi la corsa delle Audi egrave stata tutta in discesa e la notte ha finite per consolidare le posizioni dello squadrone tedesco Anche se prima Marc Gene con l rsquo Audi diesel n 4 e poi anche Allan McNish con la seconda ibrida n 2 sono andati a sbattere contro le barriere rischiando di compromettere il poker Audi Dunque Audi dopo aver portato alla vittoria alla Le Mans il primo motore turbodiesel bissa il successo con una motorizzazione ibrida e il suo sofisticato sistema di recupero di energia in frenata che a qualcuno ha fatto venire in mente il kers gi agrave sperimentato con successo in Formula 1 Il futuro egrave adessoIn realt agrave l rsquo ibrido e in futuro forse anche l rsquo elettrico dimostrano come alla Le Mans stiamo gi agrave pensando al domani che non vedr agrave al via sempre pi ugrave vetture con soluzioni ecologicamente compatibili e con consumi ridotti Intanto con la vittoria di oggi il team Audi festeggia l rsquo undicesimo titolo alla Le Mans con tre diversi sistemi propulsivi benzina diesel e ibrido in tredici anni il terzo consecutivo Una superiorit agrave che non vediamo chi possa anche in futuro mettere in discussione Dopo il ritiro della Peugeot la pi ugrave seria antagonista delle Audi e il ritorno sfortunato delle Toyota i tedeschi possono guardare al futuro con ottimismo soprattutto perch egrave possono contare su una nuova generazione di piloti come Andr egrave Lotterer Marcel Fassler e Benoit Treluyer che hanno centrato per il secondo anno consecutive la vittoria nella prestigiosa 24 Ore di Le Mans E se anche qualcuno della vecchia guardia come Dindo Capello dovesse decidere di ritirarsi c rsquo egrave un altro italiano che ha fatto bene e che potrebbe sostituirlo nel team Audi E Marco Bonanomi 27 anni da Lecco salito sul podio sia pure nel gradino pi ugrave basso quello della terza posizione Nella altre classi brillante successo nell rsquo LM GTE Pro della Ferrari n 51 del team AF Corse con alla guida Giancarlo Fisichella Giammaria Bruni e Toni Vilander Corrado Canali nbsp nbsp

Sport