Meteo
 


Fatti&Storie

Manifesti razzisti condannati Pdl e Lega

“Con Pisapia Milano diventa Zingaropoli” è uno slogan discriminatorio per rom e sinti. Lo ha stabilito il Tribunale civile ieri condannando  Pdl e Lega Nord che   avevano utilizzato il concetto nell’ultima campagna elettorale per le amministrative. Uno dei tanti manifesti “shock” della campagna che ha poi visto la vittoria di Pisapia. Il ricorso era stato presentato dal Naga, associazione volontaria di assistenza socio sanitaria e per i diritti di cittadini stranieri, Rom e Sinti, che avevano inoltre denunciato come razziste anche le dichiarazioni fatte in campagna pro Moratti da Silvio Berlusconi e Umberto Bossi.
I partiti dovranno rimborsare le spese di giudizio e la sentenza dovrà essere pubblicata  entro 30 giorni sui quotidiani, a loro spese. «Per la prima volta in Italia viene depositato un provvedimento giudiziario che condanna dei partiti politici per discriminazione - ha affermato  Pietro Massarotto, presidente del Naga - è per noi una vittoria molto importante,  speriamo che  rappresenti un passo verso l'effettiva tutela delle minoranze nel nostro Paese, ma quello che più speriamo è di non dover mai più intervenire per questo genere di discriminazioni “istituzionali”».
(Agi)

Fatti&Storie